IL CEFR COMPANION VOLUME (2018). RIFLESSIONI SUL POSSIBILE IMPATTO NEI PROCESSI DI VALUTAZIONE LINGUISTICA.

16 May 2019
16:00 - 16:30

IL CEFR COMPANION VOLUME (2018). RIFLESSIONI SUL POSSIBILE IMPATTO NEI PROCESSI DI VALUTAZIONE LINGUISTICA.

L’educazione linguistica è stata interessata negli ultimi 20 anni da diverse novità che hanno avuto un impatto diretto ed immediato nei processi di valutazione linguistica, sia legata alla classe e alla quotidianità didattica che svolta a fini certificatori. La novità più rilevante è stata rappresentata sicuramente, in area europea, dalla pubblicazione a stampa del CEFR (2001) e, per la valutazione linguistica, dal Manual for Relating Examinations to the CEFR (2009).

La recente pubblicazione del CEFR Companion Volume (2018), che rispetto alla versione del 2001 introduce diverse novità nell’impianto e negli obiettivi del documento, impone una nuova riflessione per tutti coloro che, come insegnanti di una lingua straniera o come professionisti del language testing, si occupano di valutazione linguistica. Le novità riguardano aggiunte e cambiamenti apportati alle scale già esistenti (nuovi descrittori per il Pre-A1, introduzione del + nei diversi livelli, ampliamento dei descrittori del livello C) come anche la proposta di nuove attività (per la lettura, relative all’uso delle nuove tecnologie ecc.). La novità più significativa è certamente rappresentata dai descrittori per la mediazione e per le competenze plurilingue e pluriculturali.

L’intervento ha l’obiettivo di riflettere su quale potrà essere l’impatto del CEFR Companion Volume (2018) non solo nella valutazione in uscita dal percorso scolastico e sul sistema delle certificazioni, ma anche nella didattica CLIL e, più in generale, nei contenuti e negli obiettivi della valutazione scolastica, svolta quotidianamente all’interno della classe di lingua.